Forever Michael

Forum dedicato a Michael Jackson:la musica personificata.

Benvenuto

Benvenuto ospite! Il forum ti invita a registrarti per partecipare alle nostre discussioni. Il forum invita anche i nuovi utenti a presentarsi nell'apposita sezione,in modo da farsi conoscere e ricevere il nostro benvenuto. Inoltre il forum ricorda a tutti i membri di leggere attentamente e rispettare sia il regolamento generale sia i regolamenti delle diverse sezioni. Ciò faciliterà la comprensione delle varie discussioni e il lavoro di tutti. Grazie. Buona navigazione e buon divertimento

Ultimi argomenti

I postatori più attivi del mese

\');}rp_account="11662";rp_site="36512";rp_zonesize="151372-2";rp_adtype="js";rp_smartfile="[SMART FILE URL]";');}//]]>

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Annakommj
Annakommj
Rock with you
Rock with you

Data d'iscrizione : 01.07.12
Messaggi : 27
Punti : 2923

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da Annakommj il Mer 4 Lug - 20:41




La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio 03191910

Timido, 34 anni, fan di Michael Jackson e Philip Glass, ha una voce che ha folgorato i discografici e gli utenti di YouTube. E il suo album, registrato negli studi di Abbey Road, è in arrivo a ottobre. Il ricavato del disco sarà devoluto alle opere di carità dell'Ordine
dal nostro inviato GIUSEPPE VIDETTI




Riproduzione riservata--> continua a leggere su repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2012/...
mija.jami
mija.jami
Admin
Admin

Età : 43
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 08.03.12
Messaggi : 3761
Punti : 8422

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Re: La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da mija.jami il Mer 4 Lug - 20:50

Che bella questa cosa.
Usare la musica e l'arte per fare beneficienza... E quello che faceva anche Michael.
E sono felice che a fare questo sia un frate...avvicina ancora a Dio


_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Love lives forever...
NOI,VERI fan di Michael Jackson,non odiamo nessuno e non lanciamo maledizioni a nessuno. NEMMENO A CHI CI INVIDIA E CI COPIA!
IT'S ALL FOR LOVE!

LA DIFFERENZA TRA LA GENIALITA' E LA STUPIDITA' E' CHE LA GENIALITA' HA I SUOI LIMITI....
mija.jami
mija.jami
Admin
Admin

Età : 43
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 08.03.12
Messaggi : 3761
Punti : 8422

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Re: La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da mija.jami il Mer 11 Lug - 13:20

Vi posto l'articolo qui,così non dovete andare in giro. Se poi volete ascoltare la voce magnifica di frate Alessandro, vi posto il link del video [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


ASSISI - Era un ragazzo come tanti, innamorato di Michael Jackson. Poi arrivò la chiamata, e la sua passione per la musica rischiò di restare sepolta nell'adolescenza. La vocazione del giovane Brustenghi, da Castiglione della Valle, fu irrinunciabile. "Volontà di donarsi per tutta la vita, senza paura", spiega oggi Alessandro, 34 anni e un sorriso da ragazzo, frate minore del protoconvento Porziuncola, fondato ad Assisi da San Francesco.

Quel che è successo a lui avrebbe sconvolto la vita di chiunque, nell'epoca della reality tv. La sua voce da tenore è stata ascoltata da qualcuno che se ne intende. La Decca, l'etichetta di Pavarotti, un'autorità in fatto musica classica e operistica, gli ha offerto un contratto. Il disco uscirà il 16 ottobre, Frate Alessandro ha appena finito di registrarlo, negli studi di Abbey Road di Londra - quelli dei Beatles - con la supervisione del produttore Mike Hedges (U2, Cure, Manic Street Preachers): il primo frate nella storia della musica ad avere firmato un contratto con una major.

Così, in un batter d'occhio, è finito su tutti i quotidiani inglesi; i dirigenti di 25 paesi si sono dati convegno in un ufficio di Westminster per studiare le strategie di marketing; il video di Panis Angelicus su Youtube ha sedotto le giornaliste, che già hanno strizzato l'occhio al suo sex appeal da popstar.

Ma Frate Francesco è già rientrato in Porziuncola, la vita è ripresa con i ritmi di sempre. La musica è una passione, le priorità sono quelle stabilite dall'ordine. Ha fatto voto di povertà, non accetterà denaro, i proventi andranno all'Ordine per le sue attività benefiche. Una bella grana per il convento, Frate Pasquale Berardinetti, capo dell'ufficio comunicazione, è subissato da richieste per interviste e servizi fotografici.

È timidissimo Frate Alessandro, il saio troppo pesante in una giornata caldissima in cui Francesco farebbe fatica a far tacere sorella cicala, a disagio mentre un cameraman lo insegue nel roseto della Porziuncola. I pellegrini osservano la scena incuriositi, non sanno che fra pochi mesi torneranno ad ascoltare il frate-tenore di Assisi. L'unico modo per parlare è rifugiarsi in una cappella di Santa Maria degli Angeli, scortati da Frate Pasquale e una piccola delegazione del convento. Alessandro è la star più antistar del music business.

Se celebrità vuol dire culto della personalità, il progetto rischia di andare a monte. Quel che fa, quel che dice e canta è condiviso da tutti. Non ci sono segreti qui dentro, ogni decisione viene presa in maniera collegiale. "Non ero mai salito su un aereo prima di andare a Londra", dice con un sorriso disarmante, "è stato divertente. Mi è piaciuta anche l'esperienza ad Abbey Road, tanti grandi musicisti al mio servizio, che imbarazzo. Ma soprattutto mi è piaciuta l'atmosfera di grande semplicità e umiltà che si è venuta a creare, alla fine eravamo una grande famiglia".

L'album conterrà musica sacra tradizionale e moderna, incluso un brano originale del compositore Paul Mealor, sulle parole di una preghiera scritta da San Francesco. "Studiavo musica già da sette anni quando ricevetti dal Signore il voto della conversione", racconta, mentre gli altri frati seduti appena dietro di noi annuiscono. "Fu un cambiamento nel mio modo di pensare, di sentire, di amare. La parola d'ordine, da quel momento in poi, fu: comunione e condivisione dell'amore. Il messaggio di Dio mi diceva di pensare agli altri, di farmi domande più che darmi risposte. Dopo qualche mese vidi un film su San Francesco e capii che quella era la vita che volevo, distacco da tutto e completa donazione a Dio". Postulato, noviziato, professione temporanea per quattro anni, infine professione solenne a vita; avrebbe accettato tutto anche se avesse dovuto rinunciare alla musica e al canto. 'Ma c'è una provvidenza', sospira, 'Tu sei il Dio che opera meraviglie', recita il salmo. Non è stato difficile coltivare in convento la mia passione. È come quando si ha famiglia, ci sono delle priorità; prima gli altri, poi il tuo talento. È stato il sostegno della comunità che mi ha spinto ad andare avanti. Per me è tutto nuovo e faticoso, non ce la farei senza l'aiuto dei frati".

Quando si parla di musica è un melomane erudito, eclettico, competente: "Oltre alla lirica adoro Bach, l'elettronica, Philip Glass, Steve Reich e il gregoriano. Ma anche Michael Jackson, un innovatore, un rivoluzionario del canto. È un fenomeno che andrebbe studiato a fondo, come io ora sto studiando Amon Tobin, il dj brasiliano, e Björk".

Da domani Frate Alessandro riprenderà la sua routine nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, accogliendo molti dei sei milioni di visitatori che ogni anno si riversano ad Assisi e, durante il tempo libero, lavorando come falegname, restaurando mobili, vecchi harmonium e pulpiti di legno. "La celebrità? Se non serve a rendere famoso l'amore di Dio, tutto questo è un fallimento". A Frate Pasquale l'arduo compito di albergare in Porziuncola due acerrimi nemici: successo e umiltà.


_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Love lives forever...
NOI,VERI fan di Michael Jackson,non odiamo nessuno e non lanciamo maledizioni a nessuno. NEMMENO A CHI CI INVIDIA E CI COPIA!
IT'S ALL FOR LOVE!

LA DIFFERENZA TRA LA GENIALITA' E LA STUPIDITA' E' CHE LA GENIALITA' HA I SUOI LIMITI....
ale.mj
ale.mj
Speechless
Speechless

Età : 21
Località : Lost in the city of angels ♥
Data d'iscrizione : 21.03.12
Messaggi : 2218
Punti : 5444

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Re: La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da ale.mj il Mer 11 Lug - 19:15

E' una cosa davvero stupenda. Lui è davvero bravissimo e ha un ideale davvero forte, che io condivido.

"La celebrità? Se non serve a rendere famoso l'amore di Dio, tutto questo è un fallimento".

Mi ha davvero colpita. Mi piace il modo in cui ragiona, e il fatto che continui sulla strada che aveva intrapreso.
mija.jami
mija.jami
Admin
Admin

Età : 43
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 08.03.12
Messaggi : 3761
Punti : 8422

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Re: La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da mija.jami il Mer 11 Lug - 19:49

E' vero,è una gran bella storia e lui è quel tipo di persona che avvicina la gente a Dio.
Si sente che ama Dio e tutto quello che ha creato.


_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Love lives forever...
NOI,VERI fan di Michael Jackson,non odiamo nessuno e non lanciamo maledizioni a nessuno. NEMMENO A CHI CI INVIDIA E CI COPIA!
IT'S ALL FOR LOVE!

LA DIFFERENZA TRA LA GENIALITA' E LA STUPIDITA' E' CHE LA GENIALITA' HA I SUOI LIMITI....
mija.jami
mija.jami
Admin
Admin

Età : 43
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 08.03.12
Messaggi : 3761
Punti : 8422

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Esce oggi il primo album di Frate Alessandro

Messaggio Da mija.jami il Lun 15 Ott - 12:54

Il francescano nel tempio dei Beatles
Il frate da Assisi a Londra per registrare un disco negli studi di Abbey Road

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Ha due maestri piuttosto diversi tra loro: Johann Sebastian Bach e Michael Jackson, e un record assoluto: è il primo religioso ad aver firmato un contratto discografico con una major.

Alessandro Brustenghi, ha 34 anni, perugino di nascita, è un frate francescano, vive ad Assisi e oggi esce il suo primo album prodotto dalla Decca Universal. Si intitola “Voices from Assisi” ed è stato registrato a Londra, negli studi di Abbey Road. Quelli dei Beatles.

A scoprirlo è stato un vero e proprio “guru” della musica, Mike Hedges. Stava cercando, in Italia, il tenore del futuro. E quando ha sentito frate Alessandro, ha deciso di puntare su di lui.

Là dove registravano i “quattro di Liverpool”, Alessandro Brustenghi, ha interpretato 11 brani del repertorio sacro. E il ricavato delle vendite andrà interamente alle opere di assistenza e di carità dell’Ordine dei Frati Minori.

“Ero emozionato - ha detto in una delle sue prime interviste da “tenore” - ma felice”.

La musica è sempre stata la sua grande passione, ancor prima di abbracciare la vita religiosa. “Il Signore ha pensato di istradarmi prima verso la musica, e poi di donarmi la vera priorità, che è quella della vita consacrata”.

La sua pagina YouTube ha raccolto quasi 30 mila click in poche settimane. “Panis Angelicus” e “Pater Noster” . La voce è potente, di quelle della migliore tradizione lirica italiana.

Il successo sembra garantito.
“Ascoltando cosa San Francesco dice riguardo ai talenti, ho interiorizzato il fatto che la musica è il modo con cui Dio mi permette di amare e di comunicare il suo amore”.

La scelta è di internazionalizzare quanto più possibile il talento di padre Alessandro. Il sito personale è in inglese (friaralessandro.com) così come i profili di Facebook e Twitter.

Ma non c’è il pericolo che il successo travolga anche le migliori intenzioni e trasformi un frate francescano in una star musicale ?

“Il sacro parla direttamente di Dio, il profano quando è bontà parla indirettamente di Dio. Il problema si pone quando la bellezza viene usata per scopi negativi, per lanciare messaggi sbagliati”.

Padre Alessandro Brustenghi ha accettato con coraggio la sfida e porta il saio francescano all’interno dello star system della musica. Dalla Porziuncola, a Londra. Come per San Francesco, la “follia” ha un senso.

FONTE: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Love lives forever...
NOI,VERI fan di Michael Jackson,non odiamo nessuno e non lanciamo maledizioni a nessuno. NEMMENO A CHI CI INVIDIA E CI COPIA!
IT'S ALL FOR LOVE!

LA DIFFERENZA TRA LA GENIALITA' E LA STUPIDITA' E' CHE LA GENIALITA' HA I SUOI LIMITI....
mija.jami
mija.jami
Admin
Admin

Età : 43
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 08.03.12
Messaggi : 3761
Punti : 8422

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Re: La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da mija.jami il Mer 14 Nov - 8:25

Frate Alessandro, tenore per la Decca nel segno di Bach e Michael Jackson

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Frate Alessandro da Assisi ha incontrato melty.it negli studi di Universal a Parigi, per una video-intervista esclusiva in cui si parla di Bach e musica sacra, di Michael Jackson e minimalismo. E' lui il nuovo tenore della Decca.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

“Cantavo in piccoli concerti, per pochissime persone. Un’insegnante di musica mi ha convinto a fare un’audizione. E ora eccomi qui”. Alessandro Giacomo Bustenghi, 34 anni, è un frate francescano e vive nel convento di La Porziuncola ad Assisi, nel paese di San Francesco. Con la major Decca-Universal, label di riferimento per la musica classica e l'operistica, ha registrato a Abbey Road 'Frate Alessandro. La voce di Assisi', un album che contiene brani sacri tradizionali in latino ma anche canti francescani, e il cui ricavato andrà a sostegno delle attività benefiche dell’Ordine dei Frati Minori. A fargli l’audizione, poco più di un anno fa, fu Mike Hedges, produttore del gruppo di sacerdoti irlandesi The Priests, ma anche degli U2 e dei Cure. “Io feci dei canti napoletani, come piace a me - spiega Alessandro - Mi disse: ‘Ti dispiace se parlo di te alla Decca? ’. Incuriosito dissi di sì, convinto che fosse per cantare in un coro, invece...”

La musica e il canto come forma di evangelizzazione: Alessandro segue il principio di San Francesco, che consiglia di mettere il proprio talento a servizio di Dio. Così si trova ora in una situazione che, talvolta, lo imbarazza. Il suo padre superiore lo accompagna in tutti i suoi viaggi e lo rassicura, perché d’altronde, i Frati Francescani, sono tra gli ordini religiosi più bravi nel comunicare con i giovani e utilizzare metodi al passo coi tempi. Ciononostante, Alessandro si presta soltanto al tour promozionale in giro per l’Europa e a qualche raro concerto. “Io voglio una vita tranquilla”, assicura. Al convento lo attendono l’organo, i canti domenicali e i vespri, il lavoro di carpentiere e, soltanto nei rari momenti di svago, la musica pop da ascoltare discretamente con le cuffie. “Perché Micheal Jackson e Bach sono due geni allo stesso modo, bisogna studiarli entrambi”.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Fonte: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

a questo link potete trovare anche il video dell'intervista a Frate Alessandro


_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Love lives forever...
NOI,VERI fan di Michael Jackson,non odiamo nessuno e non lanciamo maledizioni a nessuno. NEMMENO A CHI CI INVIDIA E CI COPIA!
IT'S ALL FOR LOVE!

LA DIFFERENZA TRA LA GENIALITA' E LA STUPIDITA' E' CHE LA GENIALITA' HA I SUOI LIMITI....
mija.jami
mija.jami
Admin
Admin

Età : 43
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 08.03.12
Messaggi : 3761
Punti : 8422

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Re: La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da mija.jami il Lun 3 Mar - 2:01



Dal minuto 6.10

Di Michael Jackson purtroppo si conoscono soltanto rumors e notizie negative, molte delle quali COMPLETAMENTE FALSE.
Se si conosce bene la figura di Michael Jackson, si scopre una persona di GRANDE SENSIBILITA', un uomo di GRANDE FEDE,un uomo che pregava costantemente,continuamente,con un rapporto diretto di preghiera con Dio,il quale lui riconosceva essere la fonte,l'origine della sua arte e della sua musica.



_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Love lives forever...
NOI,VERI fan di Michael Jackson,non odiamo nessuno e non lanciamo maledizioni a nessuno. NEMMENO A CHI CI INVIDIA E CI COPIA!
IT'S ALL FOR LOVE!

LA DIFFERENZA TRA LA GENIALITA' E LA STUPIDITA' E' CHE LA GENIALITA' HA I SUOI LIMITI....
MaryLoveMj
MaryLoveMj
You are not alone
You are not alone

Età : 24
Località : Trapani
Data d'iscrizione : 10.07.12
Messaggi : 1681
Punti : 4968

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Re: La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da MaryLoveMj il Lun 3 Mar - 22:10

Che dire,stimo da morire frate Alessandro,davvero,è bello che un frate apprezzi sia l'arte che la persona di Michael,secondo me serve a far capire alla gente che Michael arriva a tutti e sopratutto,che era un uomo legatissimo alla fede in Dio.
simonemj
simonemj
Billie Jean
Billie Jean

Data d'iscrizione : 20.09.12
Messaggi : 251
Punti : 3175

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Re: La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da simonemj il Mer 12 Mar - 19:46

Dolcissimo,bravissimo e simpaticissimo Frate Alessandro.
Lo stimo ancora di più per quello che ha detto di Michael.

Contenuto sponsorizzato

La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio Empty Re: La storia di frate Alessandro un tenore per conto di Dio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Sab 30 Mag - 3:26