Forever Michael

Forum dedicato a Michael Jackson:la musica personificata.

Benvenuto

Benvenuto ospite! Il forum ti invita a registrarti per partecipare alle nostre discussioni. Il forum invita anche i nuovi utenti a presentarsi nell'apposita sezione,in modo da farsi conoscere e ricevere il nostro benvenuto. Inoltre il forum ricorda a tutti i membri di leggere attentamente e rispettare sia il regolamento generale sia i regolamenti delle diverse sezioni. Ciò faciliterà la comprensione delle varie discussioni e il lavoro di tutti. Grazie. Buona navigazione e buon divertimento

Ultimi argomenti

I postatori più attivi del mese

\');}rp_account="11662";rp_site="36512";rp_zonesize="151372-2";rp_adtype="js";rp_smartfile="[SMART FILE URL]";');}//]]>

Vincent Paterson: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma ..."

mija.jami
mija.jami
Admin
Admin

Età : 43
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 08.03.12
Messaggi : 3761
Punti : 8426

Vincent Paterson: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma ..." Empty Vincent Paterson: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma ..."

Messaggio Da mija.jami il Mar 11 Giu - 7:44

Vincent Paterson al Biografilm: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma era una persona straordinaria”

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Uno tra i più importanti ospiti di questa nona edizione del Biografilm Festival è il coreografo di fama mondiale Vincent Paterson, che ha lavorato con veri e propri miti del panorama musicale internazionale, come Michael Jackson, Madonna e Bjork. Giunto a Bologna in occasione della proiezione di The Man Behind the Throne, il documentario della regista svedese Kersti Grunditz che racconta la sua carriera artistica e parte del suo cammino personale, Paterson ha raccontato la sua esperienza, dichiarando che fare questo film lo ha aiutato ad aprirsi e a capire quello che ha dentro, ripercorrendo la sua vita da quando era un ragazzo di formazione cattolica con la passione del teatro, fino all’inizio della sua carriera come coreografo a fianco al Re del Pop Michael Jackson, fino ai palcoscenici più prestigiosi.
“Il mio passato è parte del mio presente” ha dichiarato, parlando in modo molto amichevole e sincero con i giornalisti, lasciando trasparire la sua estrema semplicità e simpatia, nonostante il suo grande talento e una vita ricca di esperienze interessanti ed uniche. Ricordando le grandi star con cui ha lavorato, ha sottolineato la differenza di prospettiva per esempio tra Michael Jackson e Madonna, sia nel loro modo diverso di approcciarsi al pubblico, sia nel modo di lavorare. “Michael lavorava tanto già da quando era molto piccolo. Ha sempre lavorato molto duramente e arrivava a provare per cinque ore di seguito anche un solo passo di un’intera coreografia. Amava i film, soprattutto quelli in bianco e nero e le star del cinema. Madonna invece aveva bisogno di pianificare quello che doveva fare e ovviamente doveva lavorare più duramente di Michael, perchè per lei non era una cosa così naturale. Ma è molto sveglia, conosce e adora l’arte, la moda, la fotografia e tutti questi mondi influenzano la sua personalità e il suo lavoro“.

Durante l’intervista non si può fare a meno di notare la solarità e l’umiltà di questo artista della danza, ma la tristezza e la commozione lo investono appena comincia a ricordare Michael Jackson e i giorni di lavorazione con lui per Smooth Criminal, Black or White e Thriller. “Scusate, mi emoziono sempre a parlare di Michael. Lui era una persona straordinaria, era come un bambino ma aveva paura di tutto, della gente, di quello che poteva pensare di lui la gente e faceva fatica a capire chi gli volesse veramente bene, anche perchè per prima era proprio la famiglia a comportarsi male con lui. Non si fidava di nessuno, e continuava sempre a dire di voler dare al mondo qualcosa di nuovo. Mi chiedeva di aiutarlo in questo e io ho fatto il possibile“.
Ricordando il Re del Pop con le lacrime agli occhi, ci racconta un particolare episodio che conferma questa estrema paura di Michael per il mondo esterno, quando era stata organizzata una festa e molta gente era lì a divertirsi e lui rimase dietro una tenda a guardare da lontano la serata dicendo: “Fammi vedere cosa fa la gente ad una festa“.

FONTE: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Love lives forever...
NOI,VERI fan di Michael Jackson,non odiamo nessuno e non lanciamo maledizioni a nessuno. NEMMENO A CHI CI INVIDIA E CI COPIA!
IT'S ALL FOR LOVE!

LA DIFFERENZA TRA LA GENIALITA' E LA STUPIDITA' E' CHE LA GENIALITA' HA I SUOI LIMITI....
ale.mj
ale.mj
Speechless
Speechless

Età : 21
Località : Lost in the city of angels ♥
Data d'iscrizione : 21.03.12
Messaggi : 2218
Punti : 5448

Vincent Paterson: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma ..." Empty Re: Vincent Paterson: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma ..."

Messaggio Da ale.mj il Mar 11 Giu - 20:58

Beh, io tra Michael e Madonna ci vedo un abisso... E' stato bello il fatto che l'abbia ricordato. L'ultima parte mi ha scossa un po'... Quel "non si fidava di nessuno" mi fa sempre sentire una stretta al cuore.
MaryLoveMj
MaryLoveMj
You are not alone
You are not alone

Età : 24
Località : Trapani
Data d'iscrizione : 10.07.12
Messaggi : 1681
Punti : 4972

Vincent Paterson: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma ..." Empty Re: Vincent Paterson: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma ..."

Messaggio Da MaryLoveMj il Mar 11 Giu - 22:57

Mamma mia l'ultima parte mi fa davvero stare male,questo denota il fatto che lui non ha avuto l'occasione di avere una vita "normale" e che era un uomo molto solo...
Be forse faceva anche bene a non fidarsi di nessuno,con tutti questi sciacalli che gli stavano attorno era difficile fidarsi ciecamente di qualcuno.

Contenuto sponsorizzato

Vincent Paterson: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma ..." Empty Re: Vincent Paterson: “Michael Jackson aveva paura di tutto, ma ..."

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


    La data/ora di oggi è Mer 3 Giu - 4:30